Home
 
 
 
 
 
LEOPOLDO PIRELLI
Mercoledì 9 aprile si è svolto il referendum per individuare la personalità da scegliere per l’intitolazione del nostro Istituto. Il nome più votato è risultato essere, al termine dello spoglio delle schede, quello di Leopoldo Pirelli.

Questi i risultati definitivi:
LEOPOLDO PIRELLI voti 296
ALBERTO MORAVIA voti 194
NILDE IOTTI voti 105


LEOPOLDO PIRELLI
Nato a Velate, in provincia di Milano, nel 1925, era figlio di Alberto e nipote del senatore Giovanni Battista, fondatore del gruppo industriale. Leopoldo Pirelli si è laureato in Ingegneria meccanica al Politecnico di Milano a 25 anni e subito è entrato nell'azienda fondata nel 1872 dal nonno Giovanni Battista ed ereditata dal padre Alberto. Da sempre convinto assertore dell'internazionalizzazione, e appassionato di vela, Leopoldo Pirelli è stato anche vice presidente di Confindustria dal 1974. E’ stato nominato Cavaliere del lavoro nel 1977. Sotto la sua guida la Pirelli ha esteso i suoi interessi dall’industria della gomma e dei cavi elettrici al settore cartario e meccanico. Con 53 impianti di produzione in Italia e 34 all’estero, dalla Gran Bretagna all’Australia. Tra il 1992 e il 1999 ha lasciato tutte le cariche esecutive ricoperte nel Gruppo Pirelli in quasi cinquant’anni di attività.
Nel maggio del 1999 quando ha lasciato anche l'ultima carica, quella al vertice di Pirellina, ha detto: «Ogni età ha i suoi doveri, alla mia tocca quello di ritirarsi dal proscenio. E io oggi considero un privilegio il poter adempiere tranquillamente a questo dovere». Per due volte nella stessa frase ha fatto ricorso al verbo «dovere», che ha caratterizzato i suoi 50 anni passati a fare di Pirelli uno dei grandi nella gomma, nei cavi e negli pneumatici.
Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano così ha ricordato Leopoldo Pirelli nel messaggio di cordoglio inviato in occasione della sua scomparsa: "figura di spicco del mondo dell'impresa, che ha svolto un ruolo altamente significativo per lo sviluppo economico e sociale del paese. Erede di una grande tradizione industriale Leopoldo Pirelli è stato protagonista dello sforzo di innovazione delle relazioni industriali e di internazionalizzazione dell'impresa italiana"
"Un imprenditore deve sempre cercare, con tutte le sue forze, di chiudere buoni bilanci. Se non ci riesce una volta, riprovare. Se non ci riesce più volte, andarsene. E se ci riesce non deve credersi un padreterno, ma uno che ha fatto il suo dovere".
Questa è l'idea che ha ispirato fino alla morte Leopoldo Pirelli.
Comunicare
Modulistica
Scuola
Come cambia la scuola
Studenti
Risorse didattiche
Orientamento
Link
ECDL
Progetti Lingue
Laboratorio teatrale
Corso serale
Area Normativa
TEAMNET
Archivio
A.S. 2004/2005
A.S. 2005/2006
A.S. 2006/2007
A.S. 2007/2008
A.S. 2008/2009
A.S. 2009/2010
A.S. 2010/2011
A.S. 2011/2012
A.S. 2012/2013
A.S. 2013/2014
A.S. 2014/2015
 
sissi
 
 
 
 
Jschool | all rights reserved | all contents copyright © 2003